Come posso 
conoscere Dio?

La base per entrare in paradiso sono la perfezione e la santità, e la bibbia ci dice che “poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23); ecco perché nessun essere umano potrebbe mai andare in paradiso, non importa quante opere buone faccia, perché bisogna essere santi e perfetti.  Inoltre, Romani 6:23 dice che “il salario del peccato è la morte”, però c’è buona notizia, “il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore”. 

Il risultato del peccato è la morte, però Dio è venuto in aiuto all'umanità mandando suo Figlio Gesù, il quale dopo aver vissuto una vita perfetta e santa si offrì in sacrificio per il peccato del mondo morendo sulla croce. “Poiché egli ha fatto essere peccato per noi colui che non ha conosciuto peccato, affinché noi potessimo diventare giustizia di Dio in lui” (2 Corinzi 5:21). “Ma Dio manifesta il suo amore verso di noi in questo che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Romani 5:8). 

Ecco perché, a differenza di come si crede, il paradiso non è qualcosa che possiamo guadagnare con le nostre forze, bensì un regalo offertoci gratuitamente da Dio e noi dobbiamo soltanto riceverlo. Per cui la domanda più corretta sarebbe: come posso ricevere il regalo del paradiso? Ovvero: come posso ottenere la vita eterna?  Consiste semplicemente in tre cose: credere, ricevere, e ravvedersi.   
 

  1. Credere
    Credere che Gesù è Dio e che Gesù è morto per i nostri peccati e che è risorto dai morti dimostrando cheDio ha accettato il suo sacrificio per il mondo. “poiché se confessi con la tua bocca il Signore Gesù, e credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato.  Col cuore infatti si crede per ottenere giustizia e con la bocca si fa confessione per ottenere salvezza” (Romani 10:9-11). 
     

  2. Ricevere
    Ricevere per fede il dono gratuito della vita eterna, riconoscendo che non possiamo fare niente per meritarla. Gesù ha già fatto tutto per noi sulla croce, e ora dobbiamo solo ricevere il suo regalo. “Voi, infatti, siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori” (Efesini 2:8-9).
     

  3. Ravvedere
    Ravvederci del nostro peccato.  Il termine “ravvedersi” significa cambiare la direzione della nostra vita.  Invece di fuggire da DIO, possiamo correre verso di Lui e vivere in obbedienza. Il ravvedimento inizia con la confessione.  Dobbiamo riconoscere che siamo peccatori e chiedere perdono a Dio per i nostri peccati: “Se confessiamo i nostri peccati, egli (Gesù) è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità” (1 Giovanni 1:9).  Siccome abbiamo ricevuto il perdono e la salvezza (la vita eterna), ora desideriamo vivere le vite che piacciono al Signore.  Non obbediamo il Signore per forza o per ottenere la vita eterna; gli obbediamo perché lo amiamo.  “La promessa del Consolatore
    «Se mi amate, osservate i miei comandamenti” (Giovanni 14:15).  Non vogliamo più vivere nel peccato, ma piuttosto per la gloria di Dio.  “Poiché l'amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti; e che egli è morto per tutti, affinché quelli che vivono, non vivano più d'ora in avanti per sé stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro” (2 Corinzi 5:14-15)

 

Se desideri ricevere questo dono della salvezza e della vita eterna in questo momento, tutto quello che devi fare è pregare dal profondo del tuo cuore.  Riconosci che credi che Gesù è Dio e che è morto ed è risorto per il tuo peccato.  Chiedi perdono a Dio per il tuo peccato e chiedi il riempimento dello Spirito Santo e la potenza di vivere in obbedienza a Dio.  E finalmente, chiedi a Gesù di essere il Signore della tua vita.  

È così semplice.  Sei nato di nuovo.  Sei stato salvato e hai adesso la vita eterna, per sempre.  “Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate; ecco, tutte le cose sono diventate nuove” (2 Corinzi 5:17).  “In verità, in verità vi dico: Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita” (Giovanni 5:24).

Per crescere nella fede e nel tuo rapporto con Dio, è importante passare del tempo con Dio: leggendo la Bibbia, pregando, frequentando una chiesa che insegna fedelmente la Parola di Dio e testimoniando alle altre persone di quello che CRISTO ha fatto per te.  Ci piacerebbe averti in chiesa con noi!  Sei il benvenuto!

 

Potete condividere questa 


buona notizia!

Se vuoi condividere Gesù con i tuoi amici puoi inviarli a questa pagina o anche stampare per loro questa semplice spiegazione. Che gioia sarà portare con noi quante più persone possibile alla presenza di Dio.